Articoli pubblicati da: Affari Generali e Ragioneria

Definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento

Comune di Rocca San GiovanniL’approvazione del regolamento si pone come obiettivo quello di eliminare l’aggravio sanzionatorio a carico dei cittadini ed è testimonianza di come l’Amministrazione comunale voglia esprimere la volontà di supportare le difficoltà degli stessi, agevolandoli in questo particolare periodo di crisi economica.
I contribuenti, aderendo alla “rottamazione”, potranno beneficiare delle facilitazioni relative alle imposte comunali sugli immobili, alla Tarsu/Tari e a tutti gli altri tributi di competenza iscritti a ruolo dall’anno 2000 fino al 2016 estinguendo il proprio debito senza il versamento delle relative sanzioni. Riguardo, invece, alle contravvenzioni da codice della strada l’agevolazione è limitata allo sgravio degli interessi, inclusi quelli moratori. L’adesione permette di suddividere gli importi in un numero massimo di rate pari a sei, di cui le prime tre con scadenza nel corso del 2017 e le restanti con scadenza 2018. Il termine ultimo per la presentazione delle istanze è fissato al 30/04/2017.
Le richieste di chiarimento potranno essere avanzate all’Ufficio Tributi dell’Ente o scrivendo all’indirizzo e-mail chiedianoi@comuneroccasangiovanni.gov.it, messo a disposizione dall’Amministrazione.

Documentazione allegata:

Deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 03/03/2017 

- Regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse

- Modulo di richiesta (compilabile online)

Regolamento sull’ordinamento generale degli uffici e dei servizi

Con deliberazione della Giunta comunale n. 7 dell’11 marzo 2011 e successivamente modificato con deliberazione G.C. n. 12 del 3 maggio 2012, deliberazione G.C. n. 39 del 17 luglio 2012, deliberazione G.C. n. 60 del 20 novembre 2014, deliberazione G.C. n. 68 del 22 ottobre 2015, deliberazione G.C. n. 38 del 20 settembre 2016, deliberazione G.C. n. 67 del 14 dicembre 2016 e deliberazione G.C. n. 41 del 13 luglio 2017, è stato approvato il Regolamento sull’ordinamento generale degli uffici e dei servizi.

Documentazione allegata:

Regolamento

Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale

Con deliberazione del Consiglio comunale n. 31 del 29.11.2006 e modificato con delibera di Consiglio comunale n. 24 del 13.06.2011 è stato approvato il regolamento che disciplina il funzionamento del Consiglio comunale ai fini di assicurare l’ordinato e regolare svolgimento dell’attività consiliare ed il pieno e responsabile esercizio del mandato elettivo dei singoli consiglieri.

Documentazione allegata:

- Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale

Cosa deve fare ogni cittadino – Avvisi relativi alle aliquote IMU e TASI 2016

 

Le scadenze per l’anno 2016 sono fissate al 31 maggio 2016, 31 agosto 2016 e 30 novembre 2016.

Piano Finanziario e tariffe per l’anno 2016

Le scadenze per l’anno 2016 sono fissate al 16 giugno 2016 e 16 dicembre 2016.

TIPOLOGIA DEGLI IMMOBILI

Aliquota IMU ‰

Aliquota TASI ‰

totale

REGIME ORDINARIO DELL’IMPOSTA per tutte le categorie di immobili oggetto di imposizione non incluse nelle sottostanti classificazioni……….

9,60

1,00

10,60

Unità immobiliare adibita ad abitazione principale e relative pertinenze………………………………….

Esente

Esente

Esente

Fabbricati rurali ad uso strumentale……………….

/

1,00

1,00

Unità immobiliare adibita ad abitazione principale e relative pertinenze appartenenti alle categorie catastali A/1 A/8 e A/9………………………………………….

4,00

2,00

6,00

Unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata……………………………..

4,00

1,50

5,50

Aree edificabili………………………………………..

9,60

0,00

9,60

Terreni agricoli…………………………………………

7,60

0,00

7,60

Scaglioni di reddito complessivo

Aliquota addizionale comunale IRPEF

Fino a € 15.000

0,40%

Oltre € 15.000 e fino a € 28.000

0,45%

Oltre € 28.000 e fino a € 55.000

0,50%

Oltre € 55.000 e fino a € 75.000

0,55%

Oltre € 75.000

0,60%

Per il Calcolo IMU – TASI 2016 e la stampa del Modello F24 è possibile utilizzare il servizio reso disponibile sul seguente link - www.amministrazionicomunali.it/imutasi/calcolo_imu_tasi.php

Referendum Popolare del 17 aprile 2016 – Rilascio della tessera elettorale

Il Comune di Rocca San Giovanni, in vista del Referendum Popolare che si terrà Domenica 17 aprile 2016, invita i cittadini residenti con diritto di voto a verificare il possesso della tessera elettorale. Nell’eventualità che la stessa sia stata smarrita o non ancora ritirata, si consiglia di presentarsi all’Ufficio Elettorale anticipatamente.

Si rende noto, inoltre, che a tal fine l’Ufficio Elettorale resterà aperto in via straordinaria nei giorni Venerdì 15 aprile e Sabato 16 aprile 2016 dalle ore 9,00 alle ore 18,00.

Proposta di legge di iniziativa popolare recante: “Misure urgenti per la massima tutela del domicilio e per la difesa legittima”

Il Comune di Rocca San Giovanni comunica che presso l’Ufficio Anagrafe sono disponibili i moduli per la raccolta delle firme inerente la proposta di legge di iniziativa popolare recante: “Misure urgenti per la massima tutela del domicilio e per la difesa legittima“, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – serie Generale n. 40 del 18 febbraio 2016La raccolta firme è prevista fino al 31/05/2016. Possono firmare tutti i cittadini italiani, residenti nel Comune di Rocca San Giovanni, muniti di carta d’identità o di altro valido documento di riconoscimento, negli orari di apertura al pubblico: - dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 / - Mercoledì dalle ore 15,00 alle ore 17,00.

Scrutatori nominati per il Referendum del 17 aprile 2016

L’Amministrazione Comunale rende noto l’elenco degli scrutatori nominati dalla Commissione Elettorale Comunale in data 24/03/2016 con verbale n. 10 per le operazioni elettorali relative al Referendum del 17 aprile 2016.
Per prendere visione dei nominativi, clicca qui.

Regolamento comunale di contabilità in attuazione dell’armonizzazione degli schemi e dei sistemi contabili

Il Consiglio Comunale ha approvato con Delibera n. 4 del 16/03/2016 il regolamento comunale di contabilità in attuazione dell’armonizzazione degli schemi e dei sistemi contabili. Le norme regolamentari costituiscono l’ordinamento contabile del Comune nel rispetto del D.Lgs. n. 118/2011, e disciplinano l’amministrazione economica – finanziaria, le rilevazioni, analisi e controlli dei fatti gestionali dei bilanci, ovvero le mutazioni qualitative e quantitative del patrimonio dell’Ente.

Documentazione allegata:

- Delibera comunale n. 4 del 16/03/2016

- Regolamento comunale di contabilità

Avviso IMU 2016 – Modifiche al comodato d’uso gratuito

Abrogazione assimilazione prima casa. Obbligo di registrazione del contratto. Possesso di un solo immobile oltre abitazione principale nello stesso Comune.
Si informano i contribuenti che, ai fini IMU, sono intervenute modifiche normative relative al Comodato d’uso gratuito concesso a parenti in linea retta di 1° grado. La Legge 28 dicembre 2015 n. 208, (Legge di stabilità 2016) ha disposto: Continua la lettura

Cosa deve fare ogni cittadino – Avvisi relativi alle aliquote IMU e TASI 2015

Cosa deve fare ogni cittadino - Avvisi relativi alle aliquote IMU e TASI 2015

IMU (imposta municipale propria) – Scadenza 16 dicembre 2015

Si avvisano i contribuenti che le aliquote IMU e TASI per l’anno d’imposta 2015 sono fissate dalla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 29/08/2015.
Il saldo dovrà essere versato secondo le aliquote stabilite per il 2015, di seguito riepilogate:

Codice tributo F24

TIPOLOGIA DEGLI IMMOBILI

Aliquota IMU %o
3918
Quota al Comune
3925
Quota allo Stato
(U.I. cat. D)
REGIME ORDINARIO DELL’IMPOSTA per tutte le categorie di immobili oggetto di imposizione non incluse nelle sottostanti classificazioni.
(Immobili destinati ad attività produttive cat. D di cui al comma 380 della L. 228/2012 – Unità immobiliari di categoria A non di residenza.)
9,60
/ Unità immobiliare adibita ad abitazione principale e relative pertinenze nel limite di una per ciascuna categoria C/2 – C/6 – C/7 /
3913 Fabbricati rurali ad uso strumentale /
3912 Unità immobiliare adibita ad abitazione principale e relative pertinenze appartenenti alle categorie catastali A/1 A/8 e A/9 4,00
3912 Unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata 4,00
3916 Aree edificabili 9,60
3914 Terreni agricoli 7,60

Per le unità immobiliari concesse in comodato gratuito a parenti in linea retta di primo grado sono assimilabili all’abitazione principale per la quota non eccedente la rendita catastale di € 500,00.

TASI (tassa servizi indivisibili) – Scadenza 16 dicembre 2015

Codice tributo F24

TIPOLOGIA DEGLI IMMOBILI

Aliquota IMU %o
3961 REGIME ORDINARIO DELL’IMPOSTA per tutte le categorie di immobili oggetto di imposizione non incluse nelle sottostanti classificazioni.
(Immobili destinati ad attività produttive cat. D di cui al comma 380 della L. 228/2012 – Unità immobiliari di categoria A non di residenza.)
1,00
3958 Unità immobiliare adibita ad abitazione principale e relative pertinenze nel limite di una per ciascuna categoria C/2 – C/6 – C/7 1,50
3959 Fabbricati rurali ad uso strumentale 1,00
3958 Unità immobiliare adibita ad abitazione principale e relative pertinenze appartenenti alle categorie catastali A/1 A/8 e A/9 2,00
3958 Unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata 1,50
3960 Aree edificabili /
/ Terreni agricoli /

Cittadini italiani residenti all’estero iscritti all’AIRE
A partire dal 2015, ai sensi dell’art.9 bis del decreto legge 28 marzo 2014, n.47, convertito con modificazioni dalla legge 23 maggio 2014, n. 80, sono assimilabili all’abitazione principale, quindi esentati, dall’imposta gli immobili posseduti da cittadini italiani residenti all’estero ed iscritti all’AIRE, pensionati nel rispettivo paese di residenza (ne consegue che se la pensione è erogata da un Ente Previdenziale italiano, l’agevolazione non compete) a condizione che gli immobili stessi non risultino locati o dati in comodato d’uso.
L’imposta TASI sulle suddette unità immobiliari sono ridotte nella misura di due terzi. Restando fermo l’obbligo di dichiarazione IMU entro 30/06/2016 con copia del cedolino pensionistico.

Il versamento minimo annuale è stabilito in € 2,07.
Le modalità di pagamento sono le stesse del 2014.

Albo pretorio

Albo Pretorio

Archivio pubblicazioni